brigitte-bardot-offre-ospitalita-all’orso-m49.-fugatti:-“questo-e-animalismo-serio”

Brigitte Bardot offre ospitalità all’orso M49. Fugatti: “Questo è animalismo serio”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Trento, 17 feb – Brigitte Bardot, da sempre fervente animalista, si offre di ospitare i tre orsi italiani ora in gabbia: tra di loro anche l’orso M49 (detto anche Papillon).

L’oasi “offerta” dalla Bardot a M49

Al momento i tre orsi, tra cui anche il celebre M49, sono rinchiusi al centro faunistico del Casteller, che si trova fuori Trento. Il timore degli animalisti è che i tre orsi bruni non vivano al meglio delle condizioni a causa dell’esiguità dello spazio a loro disposizione. La Bardot,  86 anni, ha quindi firmato una lettera aperta in cui si offre di accogliere i tre orsi in un’ oasi naturale, situata in Bulgaria, che è gestita dalla sua fondazione animalista. L’oasi si chiama Dancing bears park e si trova a  Belitsa. E’ nato nato nel 2000 per gli orsi danzanti, celebri (loro malgrado) nelle numerose fiere in giro per i Balcani e nei Paesi dell’Est. La pratica di far “ballare” gli orsi ammaestrati è ora fuori legge. La Bardot definisce il posto ottimale per gli orsi che potranno usufruire di “foreste e colline, con radure, luoghi soleggiati, stagni per nuotare, tane per l’ ibernazione”

Fugatti: “Proposte concrete per M49”

Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento, ha dichiarato di «considerare seriamente» la proposta della Bardot, sebbene l’approvazione finale al trasferimento, come non manca di specificare il Corriere della Sera, spetti all’ufficio Cites (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) dei Carabinieri di Verona. “Non c’ è bisogno di continuare a insultarci, è tempo di agire nell’ interesse di questi animali ingiustamente imprigionati”, ha scritto la Bardot. In una precedente missiva, i toni dell’ex attrice erano molto diversi: aveva definito le gabbie in cui sono rinchiusi M49 e gli altri come “gulag”. Fugatti ribadisce che “fa piacere che arrivino anche proposte concrete, questo è animalismo serio”. 

Ilaria Paoletti

Related Posts