cluster-di-infezioni-da-covid-a-fiano-romano

Cluster di infezioni da Covid a Fiano Romano

Trenta casi di contagiati dal virus in un RSA, possibile origine da un’infermiera che si aveva rifiutato il vaccino

L’azienda sanitaria Rm4 ha riscontrato un’onda di nuovi casi. Improvvisi che hanno determinato la chiusura del centro sanitario. Si tratta di trenta persone nella Casa di Riposo e Riabilitazione in via Venezia. Di questi, ventisette anziani e tre lavoratori del centro sanitario. 

La ricerca sul possibile effetto scatenante di un effetto contagio così veloce lo si ascrive, al momento, ad un’infermiera che come diversi suoi colleghi del centro si era rifiutata di assumere il vaccino.

La normativa non consente di adottare alcuna forzatura presso il personale medico e paramedico, pertanto un evento come questo c’era solo da aspettarselo prima o poi in qualsiasi altro centro sanitario italiano.

Se confermata che sia stata l’infermiera a far scaturire il contagio, il caso farà molto discutere e sarà un elemento che potrebbe sollecitare l’approvazione della legge per cui un operatore sanitario NO Vax debba essere sospeso dagli incarichi operativi.

Related Posts