“contratto-di-fiume-rio-capodacqua-–-santa-croce”,-si-riparte

“Contratto di fiume Rio Capodacqua – Santa Croce”, si riparte

FORMIA – Nella mattinata del 13 maggio, presieduta dal Commissario Straordinario, dott.sa Silvana Tizzano, alla presenza dei subcommissari, dott.ssa Monica Perna e dott.ssa Ada Nasti, del Segretario Generale avv. Alessandro Izzi e del Dirigente dell’Area tecnica , arch. Annunziata Lanzillotta, si è tenuta una riunione con i firmatari del documento di intenti titolato “Verso un Contratto di fiume per i territori del bacino del Rio Capodaqa – Santa Croce” sottoscritto dal Sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, dal Sindaco di Spigno Saturnia, Salvatore Vento, dal Presidente di Legambiente Lazio ,Roberto Sacchi, e da Eduardo Zonfrillo di Legambiente Circolo Verde Azzurro Sud Pontino .

L’incontro, tenutosi presso la sede comunale di Formia che, nell’ambito di detto Contratto, di cui alla legge 221 del 28 dicembre 2015 ed all’art. 68 bis del D.lsg 152/2006, riveste ruolo di capofila, è stato promosso per riannodare le fila del percorso, avviato lo scorso giugno 2019 e rilanciarlo senza indugi , dovendosi concludere entro agosto 2021, provvedendo sia alla costituzione formale dei suoi Organismi di gestione (cabina di regia, segreteria tecnico-scientifica, coordinamento scientifico) sia a strutturare l’impianto metodologico per il perseguimento delle politiche e degli obiettivi di qualità sottese al programma strategico e di azione delineato nel documento sottoscritto.

L’incontro è stato particolarmente proficuo in quanto, dopo avere convenuto sulle opportunità che il Contratto di Fiume può rappresentare per i territori interessati – ai fini del miglioramento della qualità fluviale e della prevenzione del rischio, oltre che sul piano della formazione, informazione e didattica delle giovani generazioni – si sono definiti la cabina di regia ed il coordinamento scientifico , dando mandato al Comune di Formia di attivare le relative formali procedure. Si è, inoltre, concordato sul carattere itinerante dei diversi incontri che sarà necessario promuovere e che, pertanto, si terranno nei Comuni di Spigno Saturnia, di Minturno e, infine, di Formia, in linea con

il percorso naturale del corso d’acqua attorno a cui si sta strutturando quello condiviso e partecipativo, presupposto necessario alla stesura del documento strategico che, in questa prima fase, rappresenta il “prodotto” finale da rendicontare alla Regione Lazio a dimostrazione del corretto utilizzo del contributo, ottenuto per l’attivazione del “Contratto del Rio Capodacqua – Santa Croce”, economicamente modesto , ma significativo sul piano concettuale.

Avere improntato l’incontro a fattiva collegialità ha registrato la soddisfazione dei convenuti , che hanno garantito massimo slancio e determinazione nell’assolvere agli impegni sottoscritti, nell’interesse delle comunità  rispettivamente rappresentate, entro la ravvicinata data utile fissata dalla Regione Lazio

Related Posts