cori,-a-500-anni-dall’apparizione-della-madonna-del-soccorso,-indulgenza-plenaria-ai-pellegrini

Cori, a 500 anni dall’apparizione della Madonna del Soccorso, indulgenza plenaria ai pellegrini

CORI – Un anno giubilare per i 500 anni dell’apparizione della Madonna del Soccorso a Cori. Lo ha annunciato ieri, nel giorno della festa, il vescovo Mariano Crociata durante la celebrazione eucaristica tenuta nel santuario, cui hanno assistito il sindaco Mauro De Lillis, il prefetto di Latina Maurizio Falco, i sindaci dei comuni circostanti e altre poche autorità civili.

Nel suo annuncio, il vescovo Crociata ha spiegato che, per questo anno della remissione dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza, la Penitenzieria Apostolica ha concesso l’indulgenza plenaria a tutti i fedeli che si recheranno al Santuario della Madonna del Soccorso come pellegrini e parteciperanno alla Celebrazione eucaristica o ad altre celebrazioni liturgiche o pii esercizi in onore della Beata Vergine Maria, o almeno per un congruo tempo pregheranno devotamente davanti all’Effige della Madonna.

Al termine della celebrazione è stata recitata la preghiera alla Madonna del Soccorso, composta dallo stesso vescovo Mariano Crociata in occasione di questo anno giubilare e che così recita:

Preghiera alla Madonna del Soccorso

Maria, Vergine del Soccorso,

a te ricorriamo pieni di fiducia

in questo tempo di smarrimento.

Ogni giorno sperimentiamo la tua premura di madre

e ora con tutto il cuore rinnoviamo a te

le nostre invocazioni e le nostre suppliche.

Con la tua potente intercessione

ottieni a noi le grazie che chiediamo:

che i bambini abbiano guide ed esempi sicuri

nei genitori e negli adulti che incontrano;

che i ragazzi e i giovani abbraccino con slancio

il progetto di vita che intravedono e cercano;

che uomini e donne trovino la riuscita della loro vita

in una dedizione generosa e disinteressata

al bene delle nuove generazioni

e allo sviluppo di una società più giusta e fraterna;

che gli anziani sentano il calore

di quanti traggono beneficio dalla fatica di una vita

e lo ricambino con una presenza saggia e serena;

che i poveri e i malati, le persone sole e dimenticate,

i profughi e gli sbandati trovino in noi e in tutti

vicinanza, incoraggiamento e concreto aiuto;

che i ministri della Chiesa del tuo Gesù

siano ardenti annunciatori e testimoni della sua Parola,

servitori di comunità plasmate dal suo Vangelo.

Madre che mai dimentichi i tuoi figli,

implora per noi il dono dello Spirito

dal Padre e dal Cristo Risorto,

perché ritroviamo fiducia e speranza in mezzo alle difficoltà

e pregustiamo il sapore della gioia nella recuperata fraternità

e nella riscoperta bellezza del dono della vita.

✠ Mariano Crociata

Vescovo di Latina-Terracina-Sezze- Priverno

Related Posts