coronavirus-gaeta,-700-test-sierologici-nel-weekend:-il-bilancio-dello-screening-gratuito

Coronavirus Gaeta, 700 test sierologici nel weekend: il bilancio dello screening gratuito

Sono stati circa 700 i test sierologici somministrati ai cittadini di Gaeta nel corso della tre giorni di screening gratuiti che rientra nell’ambito di una campagna di prevenzione contro il coronavirus che ha visto rafforzata la sinergia e collaborazione tra il Comune di Gaeta ed il Cisom, Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta.

L’analisi sierologica, spiegano dell’Amministrazione, “è in grado di indicare, a seconda del tipo anticorpi specifici contro il virus Sars-CoV-2, se è in atto un’infezione acuta (IgM) oppure se l’organismo è venuto a contatto con il virus nel passato (IgG). Dei circa 700 test somministrati ai residenti non sono emerse positività in atto. Per un paio di casi dubbi sono state attivate le procedure previste dal protocollo dell’ Iss”.

Soddisfazione è stata manifestata dal sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano che ha ringraziato in primis il Cisom Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta – sez. Lazio, il Capo Sezione Maurizio Russo, tutto il personale sanitario e volontari per la disponibilità ed operatività nel gestire la somministrazione dei test. Il primo cittadino ha ringraziato, inoltre, l’assessore Teodolinda Morini ed il consigliere comunale Luigi Marzullo per aver seguito e coordinato il corretto svolgimento della campagna di prevenzione.

“La cittadinanza ha risposto bene – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – perché il CISOM ha dimostrato, ancora una volta, di essere un’organizzazione che funziona e che trasmette fiducia. Sappiamo bene come i test sierologici rappresentano uno strumento importantissimo in quanto ci consentono di indagare sulla presenza degli anticorpi del virus SARS-CoV-2 nel sangue. Attraverso i dati raccolti in questi tre giorni di screening gratuiti, riusciamo ad avere, ad oggi, una mappatura importante sullo stato di salute della nostra città. I risultati sono incoraggianti, siamo fiduciosi, ma dobbiamo mantenere l’allerta ancora alta”.

“Ringraziamo il Cismo e tutti i suoi volontari – aggiunge l’assessore alla Sanità Teodolinda Morini – per la possibilità offerta ai nostri cittadini per testare la loro situazione nei confronti del Covid e a noi come Amministrazione per fare un’indagine epidemiologica del territorio. Come Amministrazione saremo sempre affianco alla nostra cittadinanza per la tutela della salute e siamo pronti a collaborare con tutte quelle realtà associative ed organizzazioni che promuovono screening ed iniziative come quella realizzata dal Cisom, Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta”.

Related Posts