coronavirus,-nel-lazio-1124-nuovi-casi-e-27-decessi-l’indice-rt-e-a-0.85

Coronavirus, nel Lazio 1.124 nuovi casi e 27 decessi. L’indice Rt è a 0.85

Sfiorano quota 200 i contagi da coronavirus di oggi, giovedì 29 aprile, nella provincia di Latina. Nel bollettino diffuso dalla Asl ne sono riportati 191 che fanno salire il totale del mese in corso a 4233, con una media di 145 ogni giorno; un dato in linea con quello registrato a marzo quando i positivi erano stati 4186, in media 144 giornalieri.

Guardando la distribuzione territoriale dei nuovi positivi, 36 di questi sono stati accertati a Latina città, 29 ad Aprilia e altri 19 a Fondi. Cresce il numero dei contagi anche a Fondi dove sono stati 19, 17 a Terracina, 11 a Formia e Pontinia. Nessun decesso, e questa è la buona notizia di oggi, è stato registrato nelle scorse 24 ore mentre i guariti sono stati 99.

Coronavirus Latina: il bollettino del 29 aprile

Il punto sui ricoveri

Buone notizie arrivano anche dalla pressione sulle strutture ospedaliere che negli ultimi giorni nel Lazio si sta progressivamente allentando. Secondo il bollettino dell’Assessorato alla Sanità della Regione di oggi, i ricoveri restano sotto il muro dei 2.300 (sono 2.245), sotto la soglia dei 300, invece, le terapie intensive occupate (sono 291). Secondo i dati riportati nel portale di Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), e aggiornati al 29 aprile, la percentuale dei posti letto occupati nelle terapie intensive è scesa di due punti al 31% (la soglia indicata dal Ministero della Salute è al 30%), mentre quella dei posti letto occupati nelle aree non critiche è al 35% (la soglia è al 40%). Stringendo il campo di analisi alla sola provincia di Latina, oggi il bollettino riportava 12 ricoveri , lo stesso numero di ieri. 

Coronavirus Latina: il bollettino settimanale. Tutti i dati

Coronavirus Lazio: Rt in lieve aumento

Resta ancora sotto l’1, anche se fa registrare un leggero aumento, il valore dell’indice Rt nel Lazio arrivato questa settimana a 0.85. I dati come ogni giovedì sono stati snocciolati dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato: “Sono in diminuzione i valori di occupazione dei posti letto di terapia intensiva e di area medica, quest’ultima rientra sotto la soglia di allerta. L’incidenza è a 139 per 100 mila abitanti” conclude D’Amato che invita a “mantenere alto il livello di attenzione”.

Coronavirus Lazio: oltre mille casi

Restano sopra quota, poi, mille i contagi giornalieri nel Lazio: sono 1.124 quelli comunicati con il bollettino su un totale di oltre 37mila test di cui più di 17mila tamponi e (-586) e oltre 19mila antigenici. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I decessi sono stati 27, 1380 i guariti. Nella Capitale sono stati registrati nelle scorse 24 ore 524 casi a cui si aggiungono gli altri 262 del resto della provincia di Roma. Nelle altre quattro province sono 338 i nuovi positivi: oltre ai 191 del territorio pontino altri 84 sono stati riscontrati tra i residenti della provincia di Frosinone, 38 in quella di Viterbo e 25 in quella di Rieti. Salgono così ad oltre 322mila i contagi totali nel Lazio da inizio pandemia, mentre sono circa 45mila gli attuali positivi; sfiorano infine quota 270mila i guariti, sono 7647 i decessi.

coronavirus_lazio_bollettino_29_04_21-2

Contagi nelle scuole: 211 studenti positivi

Sono 211 gli studenti delle scuole della provincia positivi, 24 invece quelli tra docenti e altro personale scolastico: questi i dati relativi agli istituti del territorio secondo il bollettino settimanale che è stato redatto dalla Asl di Latina. Resta sempre la fascia degli alunni più piccoli quella in cui si registrano i maggiori contagi, 162 nei giorni compresi tra il 21 e il 28 aprile, mentre sono 38 quelli accertati tra gli studenti di età compresa tra i 14 e i 18 anni (qui tutti i particolari). Intanto si allarga ancora il cluster di variante inglese nella scuola Rodari di Latina. Sulla base dei risultati dei tamponi effettuati nella giornata di martedì sono 18 gli alunni positivi in una classe quinta, a cui si aggiunge anche un’insegnante. Altri casi, legati al focolaio, sono stati poi accertati anche in un’altra classe della stessa scuola che era già in quarantena.

Contagi nella comunità indiana, screening a tappeto

Resta altissima nel territorio pontino l’attenzione per i contagi che si stanno registrando all’interno della comunità indiana. Prima dell’ordinanza del ministro Speranza con cui è stato imposto lo stop dei voli dal Paese asiatico sono circa 300 gli indiani che sono arrivati nella provincia di Latina, secondo il dato fornito da uno dei capi religiosi della comunità nel corso di un incontro convocato in prefettura. La necessità ora è quella di rintracciare le persone che sono distribuite nei vari centri della provincia e tamponarli. Intanto si è stabilito di procedere con gli screening dei braccianti: si è partiti dalle aziende e ieri i primi test sono stati effettuati in un’azienda di Terracina (54 in totale con 8 positivi), mentre da oggi si prosegue con nuovi centri di screening nei comuni interessati dalla maggiore presenza di cittadini di nazionalità indiana. La prima tappa è quella della frazione di Bella Farnia, a Sabaudia, dove risiede una grande parte della comunità Sikh; si prevedono circa 500 test. Intanto dalle prime notizie arrivate in questi giorni dallo Spallanzani di Roma dove sono stati inviati i primi campioni dei test effettuati sulla popolazione indiana, questi sono risultati negativi alla temuta variante indiana. Ma l’attenzione è alta in tutta la regione: nella serata di ieri è atterrato all’aeroporto di Fiumicino un volo proveniente dall’India con a bordo 213 passeggeri e 10 componenti dell’equipaggio. La Regione Lazio ha chiarito che sono al lavoro le squadre Uscar e che le operazioni di screening per tutti i passeggeri sono andate avanti fino a tarda notte: 23 sono risultati positivi  pari al 9% di tutte le persone a bordo. Positivi anche due dei componenti dell’equipaggio (qui la notizia). 

La campagna vaccinale

Prosegue la campagna vaccinale: da venerdì 30 aprile a mezzanotte partiranno le prenotazioni per la fascia d’età 59 – 58 anni (nati 1962 e 1963), mentre da lunedì 3 maggio riprendono le somministrazioni sulle isole di Ponza e Ventotene. Facendo parlare i numeri, secondo il dato aggiornato da Salute Lazio alle 18 di oggi, sono 1.874.073 le vaccinazioni effettuate in tutta la regione sino ad oggi con oltre 595mila persone che hanno ricevuto anche la seconda dose completando il ciclo vaccinale; nella provincia pontina, sono invece più di 129mila le dosi somministrate, più di 39mila quelli che le hanno ricevute tutte e due. Intanto, sempre nella provincia di Latina, come ha fatto sapere la Asl, sono pronte due nuove sedi vaccinali, una ad Aprilia ed una Formia, che fanno salire ad 11 il totale dei centri dove vengono somministrati i sieri in tutto il territorio, rafforzando ancor più la campagna vaccinale.

Certificato vaccinale e servizi digitali: il punto della Regione

Coronavirus, le altre notizie

Contagi nelle scuole a Sermoneta: gli aggiornamenti

Lazio, la stagione balneare riparte il 1 maggio: le regole

Sermoneta: contagi nelle scuole, l’aggiornamento del Comune

Aprilia, aumenta il numero di positivi

Lazio in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 26 aprile

Vaccini alla classe 50-59 con patologie: ecco chi può prenotare

Sermoneta ricorda le vittime del Covi-19

Estate al tempo del Covid: 3 milioni dalla Regione per i Comuni costieri

Didattica in presenza al 100%, l’allarme della Gilda: “Mossa azzardata”

Latina, alta diagnostica al tempo del covid: 20mila prestazioni in un anno

Articolo aggiornato alle 19.07

Related Posts