covid,-arriva-un-dispositivo-per-fare-il-test-attraverso-il-respiro

Covid, arriva un dispositivo per fare il test attraverso il respiro

Uno strumento meno invasivo sviluppato da una società di ricerca olandese.

Covid, arriva un dispositivo per fare il test attraverso il respiro
Breathomix Spiro Nose (Screenshot Instagram)

SpiroNose è il nome dello strumento presentato dalla Breathomix in collaborazione con scienziati e medici dell’università di Amsterdam. Si basa su sette sensori che rilevano il virus nei componenti volatili del respiro del soggetto.

Un dispositivo che promette di essere sicuro e affidabile come i test tradizionali e meno fastidioso. Da quanto emerso i risultati sono attendibili anche se c’è stato un piccolo incidente di percorso. Da poco presentato infatti ha rilevato negativi 25 soggetti in realtà positivi al Covid.

Immediato il blocco per ulteriori controlli che hanno dimostrato che a fallire non è stato lo SpiroNose. Sono stati commessi degli errori da chi ha fatto il test, al quale non sono state date le dovute informazioni.

Come funziona lo SpiroNose e quanto è attendibile come nuovo metodo di individuazione del Sars-Cov-2

Il team di medici e scienziati, guidato da Peter Sterk esperto in fisiopatologia, asma e malattie polmonari ne assicura l’efficienza come strumento iniziale di ricerca, tanto che il governo olandese na ha acquistati già diversi e impiegati nei test rapidi di controllo dei lavoratori dell’Eurovision Song Contest in onda proprio questa sera.

Lo SpiroNose come suggerito dallo stesso nome serve ad individuare la positività al Coronavirus attraverso il respiro, che viene incanalato nello strumento tramite un boccaglio. Da qui sette sensori a semiconduttore di ossido di metallo, analizzano i composti chimici volatili.

La capacità di rilevare la positività dei soggetti è però considerata una sorta di “scatola nera”, come ha dichiarato su Science il Dr. Paul Skipp, esperto di protoemica e ricercatore all’università di Southampton:

“I processi biologici responsabili dei cambiamenti non sono compresi. In linea di principio, stai puramente misurando una correlazione”.

LEGGI ANCHE–> Covid nei bambini, ecco cosa sono i test lecca lecca

Va inoltre detto che la dottoressa Rianne De Vries, chief operating officer di Breathomix ha affermato che sulla base delle 30 mila verifiche effettuate, il tasso di falsi negativi dello SpiroNose e di circa lo 0,1 percento.

LEGGI ANCHE–> Covid, la strategia USA sull’abbattimento dei contagi: cosa si potrà fare ora

L’obiettivo di questo nuovo test non sarebbe quello di sostituire la PCR, ovvero il tampone molecolare, ma di fornire un ulteriore strumento, meno invasivo, per individuare più velocemente e il maggior numero di soggetti positivi.

Related Posts