(ANSA/MAURIZIO DEGL’ INNOCENTI)

  • Italia
  • venerdì 12 Febbraio 2021

Lo ha deciso il governo: nelle zone arancioni e rosse il divieto resterà valido fino al 5 marzo



(ANSA/MAURIZIO DEGL’ INNOCENTI)

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che proroga fino al 25 febbraio il divieto di spostarsi tra le regioni incluse nella zona gialla (cioè dove la situazione epidemiologica è considerata meno grave). Se non fosse stato approvato, dal 16 febbraio gli spostamenti tra le zone gialle sarebbero tornati a essere consentiti, così come prevedeva il precedente decreto legge, firmato a gennaio. Gli spostamenti saranno comunque consentiti nei casi di comprovati motivi di lavoro, salute o necessità.

Nelle zone arancioni e nelle zone rosse, quelle con la situazione epidemiologica peggiore, lo spostamento tra regioni resta invece vietato fino al 5 marzo, con le stesse eccezioni previste per le zone gialle.

Il Consiglio dei ministri è così venuto incontro alla richiesta fatta dalla Conferenza delle regioni, in virtù di un aumento dei casi di contagi registrato negli ultimi giorni in diverse regioni italiane. Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle regioni, aveva spiegato di aver chiesto al presidente del Consiglio uscente Giuseppe Conte di prorogare da subito il divieto, e non aspettare la formazione del nuovo governo di Mario Draghi – prevista nei prossimi giorni – evitando quindi il rischio che il decreto legge di gennaio scadesse.

– Leggi anche: Cos’è questo ministero per la Transizione ecologica

In Italia il 17,8 per cento delle infezioni da coronavirus è dovuta alla “variante inglese”, secondo una stima dell'ISS