guidonia -ciak-si-gira,-il-sindaco-sgombera-le-mucche

GUIDONIA - Ciak si gira, il sindaco sgombera le mucche

Prima la diffida, ora l’intimazione ad andarsene. Continua la saga a puntate delle mucche che da decenni pascolano nell’ex cava di Colle Largo, l’immensa area verde di proprietà comunale di via Romana a Guidonia concessa per tre anni ad un canone di 90 mila euro alla casa di produzione “Groenlandia srl” per girare la serie “Romulus”.

L’ultimo episodio è di ieri, venerdì 7 maggio, quando il sindaco Michel Barbet ha firmato l’ordinanza numero 94. Col provvedimento viene imposto con decorrenza immediata al 42enne allevatore di Montecelio Luigi D’Antonio di liberare l’area occupata senza titolo dai capi di bestiame trasferendo le vacche in un luogo idoneo di sua proprietà e/o disponibilità.

L’ordinanza del sindaco Michel Barbet è finalizzata a prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini che frequentano l’ex cava e delle maestranze della produzione di “Romulus” impegnati nell’allestimento del set, oltre che per la sicurezza della circolazione stradale. Nel provvedimento il sindaco ricorda che il terreno di proprietà comunale è utilizzato dai cittadini per passeggiate, escursioni, pic-nic e da un’associazione di motocross per lo svolgimento di attività sportiva dilettantistica, con presenza anche di atleti minorenni.

In particolare da lunedì 10 maggio è previsto l’inizio delle riprese cinematografiche di “Romulus”, per cui nell’ex cava di Colle Largo sarà presente quotidianamente una moltitudine di persone tra maestranze, attori e personale della troupe. Per questo motivo i varchi di accesso ed in particolare l’accesso carrabile su Via Romana sarà aperto in via continuativa durante l’arco della giornata ed anche in alcune ore notturne con la possibile fuoriuscita del bestiame sulla strada col rischio di causare possibili danni a cose e persone, anche di grave entità.

A seguito di un esposto della “Groenlandia” in cui venivano rappresentate le notevoli difficoltà nello svolgimento della sua attività, il 21 aprile il Dirigente Paolo Cestra aveva già diffidato Luigi D’Antonio a spostare i capi di bestiame per non incorrere in responsabilità risarcitorie civili e penali tutte interamente a suo carico. Il sindaco Michel Barbet annuncia all’allevatore che in caso di inosservanza del provvedimento presenterà denuncia penale.

L’ordinanza è stata trasmessa al Comando di Polizia Locale, oltre che al Commissariato di Polizia di Tivoli, alla Compagnia dei Carabinieri di Tivoli e a quelli della Tenenza di Guidonia, oltre che ai Carabinieri forestali di Guidonia, al Gruppo della Guardia di Finanza di Tivoli e alla Asl Roma 5.

Related Posts