il-“mario-kart-della-ciociaria”-spopola-sul-web:-alcuni-suoi-follower-aprono-una-raccolta-fondi-per-pagare-la-multa-del-folle-inseguimento

Il “Mario Kart della Ciociaria” spopola sul web: alcuni suoi follower aprono una raccolta fondi per pagare la multa del folle inseguimento

Era la notte tra il 29 ed il 30 marzo quando Mirco Petriglia, a bordo del suo go-kart, sfrecciava per le strade di Frosinone, Alatri e Veroli inseguito dalle Forze dell’Ordine. Fuga culminata, dopo un’ora di inseguimento, con il sequestro del veicolo e di una salatissima multa da pagare di oltre 17.000 euro.

La sua bravata nel giro di poche ore ha fatto il giro d’Italia, con il video dell’inseguimento ripreso dalla macchina della Polizia che è stato modificato dal web in svariati modi, anche con un’ironica telecronaca di un Gran Premio di Formula Uno. Non solo, l’uomo è stato subito accostato, specialmente dagli appassionati videoludici, al protagonista del famoso gioco Mario-Kart.

Il folle inseguimento sulle vie della Ciociaria

Mirco Petriglia ha “pensato bene”, dopo quella bravata, di aprire una pagina Instagram chiamata “MirKart”. Nel giro di pochi giorni il suo profilo ha raccolto migliaia e migliaia di follower, fino ad arrivare a più di 16.000 seguaci. Proprio da alcuni di loro è nata negli ultimi giorni l’idea di una raccolta fondi per aiutare il “Mario Kart della Ciociaria” a pagare la multa e a comprare un nuovo kart. La cifra, dopo poche ore dall’apertura, ha già superato i 200 euro.

“È un’iniziativa che non è partita da me – afferma Petriglia sulla sua pagina Instagram – ma da alcuni miei follower. Me l’hanno proposta e con molta emozione ho deciso di accettare. Sto continuando a lavorare duro per poter pagare la multa”.

E sulla bravata diventata virale: “Sono cosciente di aver fatto una stupidaggine, spero che nessuno segua il mio esempio”.

Related Posts