in-arrivo-il-film-su-san-patrignano-con-favino-nella-parte-di-1000-drogati

In arrivo il film su San Patrignano con Favino nella parte di 1000 drogati

San Patrignano (RN) – Sull’onda del grande successo di SanPa, la serie prodotta da Gianluca Neri per Netflix, sono partite le riprese del film sulla discussa comunità di recupero di Vincenzo Muccioli. La pellicola sarà incentrata sugli ospiti della comunità e sarà diretta da Quartin Brindisino, regista italo-americano emergente.

Da poco si è conclusa la lunga fase del casting, per scegliere gli interpreti di circa 1000 drogati, con grande soddisfazione di Brindisino: “Anche questa è fatta! Come diceva sempre Muccioli quando si presentava una nuova ospite“. Quando è stata rivelata la lista degli attori c’è stata però una sorpresa incredibile: per tutti i 1000 ruoli è stato scelto Piefrancesco Favino!

L’attore romano si è presentato in incognito a tutti i provini, risultando di gran lunga il migliore nell’interpretare ogni singolo ospite della comunità. La preparazione dell’attore è stata maniacale, secondo il famoso metodo Starsky & Hutch. Per interpretare Fabio Cantelli, l’emaciato filosofo ex portavoce di San Patrignano, Favino è dimagrito 30 chili e ha imparato il danese per poi leggersi in lingua originale l’opera omnia di Søren Kierkegaard. Per entrare nella parte di Walter Delogu, ex autista di Vincenzo Muccioli, è diventato padre di una bambina e l’ha fatta diventare conduttrice e Cavaliere della Repubblica. Per calarsi nel ruolo di Alfio Russo, il violento responsabile della macelleria della comunità, ha portato in spalla per giorni un quarto di bue, è ingrassato 80 chili e ha vinto una sfida a sganassoni con lo chef Antonino Cannavacciuolo. E tutto questo in una settimana.

Le prime immagini dell’opera presentate in un’ affollata conferenza stampa via Zoom sono state così stupefacenti che è apparsa a sorpresa anche Letizia Moratti. La neo assessora al Welfare e vice presidente della Regione Lombardia ha promesso di investire nell’opera almeno 2,7 milioni di euro, originariamente accantonati per pagare 450mila camici al cognato di Fontana. I presenti hanno salutato l’annuncio con un caloroso applauso, che poi si è tramutato in un’esclamazione di stupore quando Letizia Moratti si è tolta la parrucca rivelando di essere lei stessa interpretata da Pierfrancesco Favino.

Andrea Michielotto

Related Posts