insulti-e-minacce-di-morte-al-presidente-mattarella,-indagato-un-giovane-di-aprilia

Insulti e minacce di morte al Presidente Mattarella, indagato un giovane di Aprilia

(nella foto il presidente Mattarella mentre attende in osservazione dopo il vaccino allo Spallanzani)

LATINA – Sono dieci gli indagati in tutta Italia, e tra loro un giovane di Aprilia, nell’inchiesta della Procura della Repubblica  di Roma sulle minacce e gli insulti lanciati via social al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nella prima fase della pandemia. “Armiamoci e andiamo ad ammazzare quel figlio di ….” è soltanto una delle frasi apparse  sul web.

E’ stata la Digos oggi a effettuare perquisizioni personali, locali e informatiche a carico degli indagati, una di queste nel nord pontino e altre due nel Lazio, “per aver avuto un ruolo significativo nella campagna d’odio veicolata sul web anche attraverso gravi minacce, nei confronti di numerose figure istituzionali ed in particolar modo del Presidente della Repubblica, soprattutto a seguito delle misure adottate per il contenimento della pandemia”.

Il reato ipotizzato è offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato che prevede pena da uno a cinque anni di reclusione. L’indagine è coordinata dal Procuratore di Roma Michele Prestipino.

Related Posts