lazio-ancora-in-zona-arancione.-cala-indice-rt

Lazio ancora in zona arancione. Cala indice Rt

Il Lazio resterà in fascia arancione anche la settimana prossima: “Non ci sarà nessun cambio – ha detto l’assessore regionale alla sanità, Alessio D’Amato -. Abbiamo un rt a 0.9 in lieve diminuzione, così come sono in diminuzione i tassi di incidenza su 100 mila abitanti. Permane una situazione di pressione sulla rete ospedaliera, ma era inevitabile provenendo da un rt a 1.3, però ci sono le condizioni per rimanere in arancione”.

Intervista di Porta a Porta all’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. #SaluteLazio

Pubblicato da Salute Lazio su Giovedì 8 aprile 2021

L’assessore è anche intervenuto sulla campagna vaccinazioni alla luce delle nuove direttive che sconsigliano l’Astrazeneca agli under 60: “Chi ha già prenotato continuerà a fare il vaccino per cui era prenotato. Abbiamo oltre un milione e 100 mila prenotazioni e quelle continueranno ad andare avanti. E’ chiaro – ha aggiunto – che questa situazione genera un elemento di turbolenza, soprattutto quando arriveremo alle classi under 60, lì dobbiamo avere certezza delle dosi e delle eventuali dosi in più per compensare AstraZeneca”. Intanto, da stanotte potranno prenotarsi, secondo le consuete modalità on line, tutti i nati nel 1959 e nel 1958 (ovvero chi ha 62 e 63 anni) assistiti dal Servizio sanitario regionale.

Ieri, 8 aprile,  su oltre 17 mila tamponi nel Lazio (+3.681) e oltre 21 mila antigenici per un totale di oltre 38 mila test, si registrano 1.240 casi positivi (+159), 37 i decessi (-10) e +1.834 i guariti. Aumentano i casi mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri e sono stabili le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500. Aperte da domani a mezzanotte le prenotazioni per gli anni 63 e 62 (ovvero i nati nel 1958 e 1959.

Related Posts