l’incontro-con-le-regioni,-poi-il-cdm:-il-governo-prepara-la-stretta-anti-covid.-le-regole-della-pasqua-blindata

L’incontro con le Regioni, poi il Cdm: il governo prepara la stretta anti-Covid. Le regole della Pasqua blindata

Saranno i numeri settimanali sull’epidemia a segnare definitivamente la direzione del prossimo provvedimento governativo contro il Coronavirus (che potrebbe non essere più un Dpcm, bensì un decreto). Il monitoraggio è già stato consegnato ieri, 11 marzo, nelle mani dell’esecutivo, che ha convocato per oggi un decisivo Consiglio dei ministri alla fine dell’incontro di stamattina tra presidenti di Regione, Roberto Speranza e Mariastella Gelmini.

I due ministri, a partire dalle 9.30, illustreranno il quadro dei provvedimenti alle Regioni, per poi rifinire il tutto nel vertice successivo presieduto dal presidente del Consiglio Mario Draghi. All’incontro di stamattina con le Regioni partecipano anche il coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Agostino Miozzo, il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro e il capo del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli.

Misure più rigide dal 15 marzo

Se le ultime previsioni sui passaggi di zona delle Regioni – e cioè 12 in rosso e solo una in giallo – dovessero essere confermate, potrebbe non essere necessario inserire nel provvedimento una stretta ad hoc per i weekend, che negli ultimi giorni ha spaccato la maggioranza tra una componente rigorista (Pd e M5s) e una contraria a ulteriori chiusure (Lega su tutti). Con la maggior parte delle Regioni in rosso e arancione, misure più rigide entreranno direttamente in vigore da lunedì 15 marzo in larga parte del Paese.

La chiusura dei parchi e il nodo della scuola

Su questo versante dovrebbe risultare utile lo scatto automatico in zona rossa – che quasi certamente sarà inserito nel provvedimento – dei territori con almeno 250 casi di contagio su 100 mila abitanti. In discussione l’opzione di sospendere la didattica in presenza nelle scuole a partire dalla zona arancione, oltre alla chiusura dei parchi in chiave anti-assembramento. Probabile la proroga del divieto di spostamento tra Regioni fino a dopo Pasqua: attualmente il divieto è previsto in vigore fino al 27 marzo.

Mini lockdown di Pasqua

Il nuovo provvedimento del governo dovrebbe riproporre il modello delle feste blindate, già sperimentato a Natale e Capodanno 2020: l’esecutivo deciderà quasi certamente per dei mini lockdown nei giorni di Pasqua, Pasquetta compresa. Misure che, nello specifico, potrebbero tradursi nella chiusura dei ristoranti, nel divieto di spostamento – salvo motivi di lavoro, salute e urgenza – e in un numero massimo di persone non conviventi da poter invitare in casa.

Immagine di copertina: Ansa/Matteo Corner

Da sapere:

Leggi anche:

L’articolo L’incontro con le Regioni, poi il Cdm: il governo prepara la stretta anti-Covid. Le regole della Pasqua blindata proviene da Open.

Related Posts