maggio-sermonetano:-secondo-fine-settimana-di-appuntamenti

Maggio sermonetano: secondo fine settimana di appuntamenti

citynews latinatoday

Redazione

Proseguono gli eventi della 27° edizione del Maggio Sermonetato – spettacoli in strada, la manifestazione che porta tra le piazze e i vicoli del centro storico di Sermoneta musica, spettacolo, cultura e divertimento.

L’iniziativa è a cura dell’associazione Maggio Sermonetano, direttore artistico Massimo Gentile, con il patrocinio e il contributo dell’amministrazione comunale di Sermoneta.

In questo secondo fine settimana comincerà domenica 22 maggio presso la loggia dei mercanti alle ore 11 con “Gli Elfi blu di Rosa”, incontro di promozione e attività di gioco, si proseguirà alle ore 15.30 con l’installazione a cura di Cristina Baldassarre.

Dalle ore 17.30 gli spettacoli In strada: in piazza del popolo “Verso Sud”, le tradizioni popolari italiane tra  tarantelle, tammurriate e pizziche (Francesca Trenta voce, danza, tamburello, Monica Neri organetto, lira calabrese, percussioni, fischiettata; Rita Tumminia voce, organetto, percussioni; Gianfranco Santucci voce e tammorra); in piazza Santa Maria “Revelation quartet” con Nando Martella tromba, Alessandro Marchionne sax baritono, Giorgio Coronati batteria; nel cortile del palazzo comunale “Amishat”, canzoni dar Monno d’oggi; alle ore 19.00 al Belvedere il concerto di Alessio Pistilli “Canzoni a colori” (Alessio Pistilli voce e chitarra acustica, Laura Zaottini violino, Luca Viani basso, Vittorio De Angelis batteria). Infine, alle ore 20.30 sempre al belvedere il concerto Heavy Sound (Sabrina Coda soprano sax, Jacopo De Cicco tenor sax, Flavio Bertipaglia basso, Alessandro Sponta percussion, Francesco Pitarra drums).

Sarà visitabile anche la mostra “DipingiAmo la Pace” che vede in esposizione nella Chiesa di San Michele Arcangelo le opere di Giovanni Balzarani, Alessandra Chicarella, Emilia Isabella, Monica Menchella, Cruciano Nasca, Fabio Pantano, Vito Ribecco, Silvia Rosa, a cura di Fabio D’Achille – associazione MAD Museo d’Arte Diffusa.

Related Posts