nessuna-area-socio-sanitaria-per-oss,-assistenti-sociali-e-sociologi-bocciata-proposta-in-parlamento.

Nessuna area socio-sanitaria per OSS, Assistenti Sociali e Sociologi. Bocciata proposta in Parlamento.

La senatrice Barbara Guidolin (M5S) si è vista bocciare emendamento d’istituzione area sanitaria per Oss, Assistenti Sociali e Sociologi.

“Purtroppo devo comunicare a tutti gli Operatori Socio Sanitari, agli Assistenti Sociali e ai Sociologi che il mio emendamento e quello della collega Sen.ce Paola Boldrini, che prevedono l’istituzione dell’area socio-sanitaria in cui confluiscono le categorie richiamate, è stato appena respinto in aula”. Lo ha dichiarato poco fa la sen. Barbara Guidolin del Movimento 5 Stelle.

Ecco la nota di Guidolin.

Gli Operatori Sociosanitari, gli Assistenti Sociali e i Sociologi dipendenti del Sistema Sanitario Nazionale avrebbero potuto fare ingresso nell’Area Socio Sanitaria ma così non sarà. (per ora)

La motivazione ufficiale è -per la seconda volta- “emendamenti improponibili in quanto estranei all’oggetto del provvedimento” dichiarata dalla Presidente del Senato Casellati, nonostante la norma fosse stata introdotta con un emendamento approvato dalla commissione Bilancio e Finanze del Senato e nonostante il favore del Governo.

Spero davvero non ci siano altre motivazioni, legate ad eventuali pressioni di qualche categoria che – a torto – vede come una minaccia il sascrosanto ingresso degli Operatori socio-sanitari nell’area sociosanitario.

Io la mia battaglia in Senato affinché si accenda una luce sugli OSS continuerò a portarla avanti.

Lo devo, anzi lo dobbiamo, a tutti gli “angeli invisibili” che vegliano sulle nostre spalle.

L’articolo Nessuna area socio-sanitaria per OSS, Assistenti Sociali e Sociologi. Bocciata proposta in Parlamento. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts