non-si-ferma-all’alt,-travolge-carabiniere-e-fugge.-donna-arrestata-dopo-insegumento-fino-a-roma

Non si ferma all’alt, travolge carabiniere e fugge. Donna arrestata dopo insegumento fino a Roma


Da Vetralla fino a Roma a tutta velocità sulla Cassia inseguita dai carabinieri. Protagonista una donna che, prima di essere arrestata nella Capitale, ha anche investito e ferito un carabiniere. Tutto è avvenuto mercoledì pomeriggio, 10 marzo, quando i carabinieri di Vetralla hanno notato un’auto che stava percorrendo a forte velocità il tratto urbano della Cassia I militari si sono prontamente posti all’inseguimento dell’autovettura che, all’uscita dell’abitato, li ha tuttavia distanziati.

Dunque è partita la caccia con diverse pattuglie dei carabinieri che sono state impegnate per cercare di fermare la folle fuga. Infatti a Sutri la donna è stata fermata da un posto di blocco ma, dopo aver consegnato i documenti ai militari, ha messo in moto l’auto ed è ripartita improvvisamente. Allertate tutte le pattuglie della zona, l’autovettura ignorava nuovamente l’alt impostogli dai militari della stazione Forestale di Caprarola, che si trovavano sulla Cassia all’altezza del Golf Club. A Monterosi è stata informata anche la centrale operativa del Comando provinciale di Roma. L’inseguimento è proseguito sulla Cassia bis fino all’ingresso del Grande Raccordo Anulare, dove la fuggitiva è stata costretta a fermarsi a causa del traffico. La donna è stata subito affiancata dagli operanti, ma è riuscita nuovamente a riprendere la fuga, travolgendo nell’occasione un militare della Stazione di Sutri e danneggiando l’autovettura dei Carabinieri Forestali. Imboccato il Grande Raccordo Anulare è stata individuata da un equipaggio della stazione carabinieri di Formello ed uno della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri Roma-Cassia, che, insieme a quella dei Carabinieri Forestali, sono riusciti, circondandola con le vetture di servizio ed obbligandola ad arrestare la propria marcia all’altezza dell’uscita Nomentana, garantendo la sicurezza degli altri utenti della strada. Nell’occasione, dato che l’esagitata rifiutava nuovamente di scendere dal proprio mezzo che teneva acceso, al fine di evitare il pericolo che la stessa potesse nuovamente darsi alla fuga, uno dei militari presenti ha repentinamente infranto il vetro dell’autovettura, impossessandosi delle chiavi di avviamento.

La donna, che non ha fornito le motivazioni del proprio comportamento, è stata condotta presso la caserma della Compagnia Carabinieri Roma-Cassia, venendo tratta in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, in attesa delle ulteriori decisioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.

Related Posts