radioterapia,-riparte-il-tavolo

Radioterapia, riparte il tavolo

Pubblicato il

Pubblicato il

Radioterapia, riparte il tavolo

La convocazione dopo l’approvazione dell’emendamento in Regione


Una battaglia di civiltà. Così è stata definita, da più parti, quella che il territorio sta combattendo per vedere finalmente realizzata la radioterapia anche a Civitavecchia. Un modo per chiudere un cerchio e per garantire tutte le risposte necessarie ad un territorio che, putroppo, deve fare i conti quotidianamente con le malattie oncologiche, con i tanti, troppi malati, costretti al pendolarismo della salute con Roma o Viterbo.

Dopo l’approvazione all’unanimità, ad inizio agosto, di un emendamento ad hoc da parte del consiglio regionale per dotare la Asl di questo importante servizio, oggi torna a riunirsi il Tavolo cittadino costituito dalla Fondazione Cariciv per promuovere il servizio di radioterapia a Civitavecchia.

L’appuntamento è al teatro di piazza Verdi, dove si ritroveranno il presidente dell’ente di origine bancaria Gabriella Sarracco ha chiamato a raccolta tutti gli attori coinvolti. E quindi i vertici della Asl Rm4, il Comune, i rappresentanti della Regione Lazio e, in particolare, i consiglieri del territorio. E ancora l’Adamo onlus, oggi in prima linea per accompagnare i pazienti che necessitano della radioterapia negli ospedali della Capitale o a Viterbo, e la diocesi, con il vescovo monsignor Gianrico Ruzza che, a seguito dell’approvazione dell’emendamento – che ha visto come primo formatario il consigliere regionale Gino De Paolis – aveva sottolineato come i tempi fossero maturi per atti amministrativi concreti. L’obiettivo, oggi, è quello di accelerare il percorso e, come per l’hospice, arrivare a concretizzare quello che per anni è stato un sogno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts