sanremo-2021,-nuove-proposte:-dellai-–-io-sono-luca

Sanremo 2021, Nuove proposte: Dellai – Io sono Luca

Matteo e Luca Dellai, classe 1996, sono fratelli gemelli e sin da giovanissimi han condiviso la passione per la musica. Crescendo, tuttavia, le strade si son divise. Luca ha studiato al Conservatorio Rossini di Pesaro, studiando parallelamente economia, mentre Matteo ha studiato Architettura a Ferrara. Ma le loro strade son tornate a convergere in un progetto musicale con la pubblicazione del singolo Non passano gli aerei. Al Festival concorreranno a Sanremo nella categoria Nuove proposte con Io sono Luca, un brano che originariamente doveva intitolarsi Castelli di Carte, ma che alla fine ha preso proprio il nome di uno dei due gemelli «perché – come spiegano – tutto sommato rispecchia un po’ tutti noi, con le nostre paure e le sfide di tutti i giorni».


Il significato

«Tutti siamo Luca – racconta Matteo Dellai – Tutti siamo caduti e abbiamo imparato a planare per non cadere ogni volta, ci siamo sentiti sbagliati e non adatti: insomma, abbiamo dovuto tutti fare i conti con una vita che spesso ci ha insegnato che la realtà può essere più dura di quella che potevamo immaginare, e ci ha trovato impreparati, mostrando è proprio dietro a queste esperienze – gli attacchi di panico adolescenziali, la sensazione di disagio quando si sta in mezzo a persone che non si conoscono e un padre che da qualche Natale non è più tornato a casa – che Matteo ha avuto la possibilità di raccontare la storia di Luca». 

Il testo di Io sono Luca dei Dellai

Così viene giù il cielo

E qualcuno continua a parlare

A dire che la guerra è brutta

E che è difficile ricostruire

Ho visto castelli di carte

Cadere senza fare rumore

Sapessi quante bombe li han centrati

Prima di farli cadere

Luca ha una scusa buona per ogni suo sbaglio

Tipo che è costantemente in ritardo

Pare Schumacher che vola al traguardo

Una testa a metà e una fissa col calcio

E si vergogna tra gli altri a parlare

Da quando suo padre non torna a Natale

Ha paura di uscire, i treni affollati

Di amare una donna, restare incollati

Però Luca in fondo con gli amici sta bene

Lui si vergogna quando deve parlare

Ha una chitarra ma non sa suonare

Disegna pregi sopra il costume

Che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte

Ali di cartone per poter volare

Luca che a forza di cadere

Ha imparato a planare

Luca ha una testa vuota ma c’è tanto dentro

La vita gli ha insegnato tutto ciò che sa

E spesso in mezzo a tutti si sente diverso

Si nasconde dietro le spalle strette che ha

Mentre l’oroscopo ripete che ha Saturno contro

Si sente fuori posto all’università

Collezionando vinili di Dalla e Battisti

Schiaffi di sogno, una testa a metà

Però Luca in fondo con gli amici sta bene

Lui si vergogna quando deve parlare

Ha una chitarra ma non sa suonare

Disegna pregi sopra il costume

Che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte

Ali di cartone per poter volare

Luca che a forza di cadere

Ha imparato a planare

Oh, oh, oh

Oh, oh, oh, oh

Oh, oh, oh, oh

Oh, oh, oh, oh

(Però Luca in fondo con gli amici sta bene

Lui si vergogna quando deve parlare

Ha una chitarra ma non sa suonare

Disegni pregi sopra il costume

Che gli hanno fatto indossare)

Però Luca in fondo con gli amici sta bene

Lui si vergogna quando deve parlare

Ha una chitarra ma non sa suonare

Disegna pregi sopra il costume

Che gli hanno fatto indossare

Luca nasconde castelli di carte

Ali di cartone per poter volare

Luca che a forza di cadere

Ha imparato anche ad amare

Grande Matti, il pezzo è una bomba

Eh, no guarda io, io sono Luca

Il video di Io sono Luca dei Dellai

Related Posts