sanremo-2021,-selvaggia-lucarelli-durissima-contro-fiorello-e-il-web-la-appoggia

Sanremo 2021, Selvaggia Lucarelli durissima contro Fiorello e il web la appoggia

Ieri è iniziato il Festival di Sanremo e le aspettative, quest’anno, non sono altissime considerata tutta la situazione che gli gira attorno. Stiamo chiaramente parlando della pandemia e di tutte le restrizioni che ne conseguono ad iniziare dall’assenza di pubblico in sala che , nonostante tutti gli sforzi dei due bravissimi conduttori, Fiorello e Amadeus, si è fatta sentire.

 C’erano gli applausi registrati per dare supporto ai cantanti ma certamente l’atmosfera costruita è ben altra cosa rispetto a quella reale.

Selvaggia Lucarelli contro Fiorello

Mentre andava in onda la prima serata di Sanremo, Selvaggia Lucarelli già scriveva sui social commentando ciò che stava avvenendo che, a detta di ciò che ha scritto, non le è piaciuto affatto.

La Lucarelli ha iniziato a commentare le prime due nuove proposte dicendo: “Sono passati i due peggiori. Sanremo non è cambiato. Ora siamo tranquilli” a cui hanno risposto sul web “Ma nooo”, “Ma per niente vero”, “Ma anche no” e poi si è scatenata contro Fiorello: “Se Fiorello si sposta un attimo vediamo anche Sanremo“. In tanti sono stati d’accordo con la Lucarelli ma qualcuno ha anche detto: “Se la signora non fa così non se la ca… fila nessuno. È il destino di coloro senza alcun tipo di talento”.

Fiorello e il racconto del militare

Ieri sul palco dell’Ariston Fiorello ha intrattenuto sempre in modo tanto simpatico come siamo abituati e Amadeus è stata una bravissima spalla.

Fiorello, in conferenza stampa aveva detto: “Comunque andrà sarà un Sanremo indimenticabile, e io e Ama improvviseremo” e poi ha raccontato del suo militare a Bari: “Era l’estate del ’82 e lavoravo in un villaggio turistico proprio in Puglia, l’estate magica dei Mondiali di calcio appena vinti in Spagna dalla nazionale del mitico “Pablito” Paolo Rossi”.

E poi ha continuato il racconto: “Una sera mia madre mi telefonò dicendomi che era arrivata la cartolina precetto. Dovevo presentarmi al 48esimo Reggimento Ferrara, a Bari”.

E così, ancora: “Mi presentai in caserma così come venivo dal villaggio, capelli lunghi e maglietta con la scritta Miami Beach. L’ufficiale che ci inquadrava mi notò subito in mezzo agli altri. Con tono perentorio ordinò al caporale: ‘Portalo dal barbiere!’”.

In apertura di serata un Amadeus emozionato ha detto: “Ho fatto questo Festival rispettando ogni norma di sicurezza, pensando a chi vive di musica e di spettacolo, al paese reale che sta lottando per ritrovarsi … non ho spettatori in sala, ma solo applausi “finti” registrati. Ma mi rincuora pensare che siano i vostri applausi da casa”.

Related Posts