sicurezza-e-degrado,-la-promessa-di-arena:-“piu-controlli-in-centro”

Sicurezza e degrado, la promessa di Arena: “Più controlli in centro”

http://corrierediviterbo.corr.it/

Beatrice Masci

  • a
  • a
  • a

Un faccia a faccia, il primo di una serie già in programma, definito positivo sia dal sindaco che dalle associazioni di categoria del centro storico.  I commercianti e i cittadini, dopo aver criticato la scarsità di fondi per il centro, hanno inviato ad Arena una serie di proposte. Ieri, martedì 4 maggio, la prima discussione, definita “positiva” dallo stesso sindaco. Il primo punto in discussione, il più urgente, anche alla luce dei recenti avvenimenti, è stato quello sulla sicurezza e più in generale sui comportamenti. “A luglio e agosto – ha assicurato Arena – la polizia locale farà servizio fino alla mezzanotte. E’ chiaro che dovremmo coordinarci con le forze dell’ordine, e per questo chiederemo, in occasione della prossima riunione sulla sicurezza e l’ordine pubblico in Prefettura, un piano complessivo per garantire la sicurezza dei cittadini”. 


Esigenza non a caso al primo posto, dopo la rissa scoppiata nella zona di San Faustino la notte del primo maggio. Il sindaco ha evidenziato le problematiche relative alla sicurezza: “Spesso – ha detto – di pomeriggio, sugli scaloni del Sacrario si notano persone con bottiglioni di alcol da due litri. E’ chiaro che poi mantenere l’ordine diventa complicato”. 

Altro punto evidenziato da Arena, sempre sul fronte dei comportamenti, l’atteggiamento degli automobilisti: “Quando devono intervenire gli operai per tagliare l’erba, mettiamo cartelli di avviso con largo anticipo. Regolarmente, però, troviamo le auto parcheggiate. E i proprietari sono gli stessi che poi pubblicano su Facebook le foto dell’erba alta accusando il Comune di non intervenire. Questi comportamenti vanno modificati”. 

Sul fronte delle proposte, Arena ha annunciato l’apertura alle visite della torre civica e il rifacimento, entro la fine dell’estate, di via Santa Maria Liberatrice, oggi del tutto impraticabile, fino a San Faustino (costo stimato per l’intervento 800 mila euro) e l’apertura del museo in piazza del Comune, i cui lavori sono in corso. 

“Con le associazioni – evidenzia il sindaco – abbiamo deciso di effettuare incontri regolari, il prossimo sarà a giugno, per analizzare quanto fatto e programmare le mosse future”. 


Discorso a parte per il progetto di rifacimento delle facciate grazie ai fondi per la rigenerazione urbana. Il progetto, proposto dallo stesso sindaco, è al vaglio degli uffici tecnici, che dovranno valutare come richiedere i fondi e soprattutto se il rifacimento delle facciate rientra nel programma della rigenerazione urbana. All’incontro erano presenti anche gli assessori all’Urbanistica e ai Lavori pubblici e il comandante della polizia locale.

Related Posts