«uno-schiaffo-ai-civitavecchiesi»

«Uno schiaffo ai civitavecchiesi»

Pubblicato il

Pubblicato il

«Uno schiaffo ai civitavecchiesi»

Nonostante le promesse l’area non è stata resa sicura


«Dopo due anni di totale abbandono e noncuranza da parte del nostro comune limitrofo, il Sindaco di Tarquinia ora ha pensato bene di raddoppiare i costi mensili del parcheggio di Sant’Agostino, una cifra assolutamente ingiustificata, soprattutto considerando che non solo non è cambiato nulla, ma la situazione dei parcheggi e della strada è seriamente peggiorata». Anche i Giovani democratici si inseriscono nel dibattito scaturito dall’ordinanza del Comune di Tarquinia che va ad aumentare i costi del parcheggio alla spiaggia per i non residenti. E ricordano che, due anni fa, lo stesso Comune prometteva di impegnarsi per la sistemazione dell’intera area. E invece «solo arrivare alla spiaggia è un calvario – denunciano i giovani dem – strada devastata a partire dal bivio che porta verso Sant’Agostino fino alla foce del Mignone, dossi, buche di dimensioni e spessore allucinante, pericolose soprattutto per le decine di giovani che raggiungono la spiaggia in motorino, e per chi in macchina rischia quotidianamente di tornare a casa con qualche danno all’autovettura. I parcheggi poi quali sarebbero? Non c’è segnaletica, non ci sono posti veri e propri, è solo una distesa di terra e sabbia, in alcuni punti nemmeno spianata». E soprattutto da quest’anno il biglietto del parcheggio può essere acquistato solamente indicando il numero di targa dell’auto. «Se moglie e marito hanno due auto diverse e volessero portare i loro figli al mare in due momenti diversi – hanno aggiunto – sarebbero costretti a pagare non 20, ma 40 euro al mese di parcheggio, per la stessa famiglia. Insomma, è un vero e proprio schiaffo ai civitavecchiesi che da anni usufruiscono di quella spiaggia. Noi Giovani Democratici ci schieriamo totalmente contro questa decisione e auspichiamo che il consiglio comunale adotti misure rivolte a sistemare questa situazione».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts