In casa con alcuni familiari è riuscita ad uscire dall’appartamento prima che il fumo avvolgesse tutto il palazzo. Una bimba di Cassino che ieri si è trovata a vivere la terribile esperienza dell’incendio in via Tichy ha trovato riparo e rassicurazione tra le braccia di un poliziotto del commissariato di Cassino tra i primi, insieme ai carabinieri, ad arrivare sul posto. 

La piccola tra le lacrime ha detto all’assistente capo: “Ho tanta paura e voglio il mio papà”. La scena, immortalata in un video amatoriale, è divenuta virale sui social ed in molti si sono complimentati con il tutore dell’ordine. Il dirigente del commissariato di Cassino, il vice questore Giovanna Salerno, ha così commentato: “Il dovere di ogni poliziotto è quello di tutelare chi è in difficoltà. Il fatto che la bambina abbia trovato rassicurazione e tranquillità in attesa dell’arrivo dei genitori, grazia ad un mio uomo, mi riempie di orgoglio. Perche il messaggio che è passato non è di poco conto: sotto la divisa siamo tutti genitori, padre, fratelli e sorelle”.

L’intero palazzo è stato giudicato inagibile e tutti gli inquilini hanno trovato ospitalità presso amici e parenti in attesa che i Vigili del Fuoco, dopo alcuni lavori di messa in sicurezza dell’impianto elettrico, diano di nuovo lil via libera alla ritorno in casa. 

Copyright 2021 Citynews