vigili-urbani,-riaperto-il-comando.-i-vigili-positivi-al-covid-sono-sei

Vigili urbani, riaperto il Comando. I vigili positivi al Covid sono sei

http://corrierediviterbo.corr.it/

Daniela Venanzi

  • a
  • a
  • a

Gli agenti della polizia locale di Viterbo sono seduti su una polveriera. Ad oggi, infatti, sono sei positivi e sei gli isolati, per un totale di dodici unità di personale assenti dal proprio posto di lavoro. E questo fino a tutto il periodo della quarantena. E’ il risultato dell’opera di screening effettuata venerdì e sabato scorsi attraverso i tamponi e successiva alla scoperta dei primi casi di positività e all’evacuazione del comando di via Monte Cervino ad opera dei vigili del fuoco.

Un duro colpo, questo, per le attività che i vigili urbani svolgono sul territorio e anche per le pratiche che restano ferme al palo, oltre naturalmente al pericolo per la salute di ogni singolo agente e per i suoi familiari. Il risultato di una situazione disastrosa è stato che fino a domenica il comando è rimasto deserto e ha riaperto solo ieri, almeno per gli agenti negativi dopo i tamponi. “Non so come si evolverà questo stato di cose – racconta Maurizio Scardozzi rappresentante Dicapp e Suilpl – ma la situazione è sfuggita di mano. Avevamo più volte ribadito la necessità di essere equiparati alle altre forze di polizia, ma siamo rimasti inascoltati. Il fatto che nessuno di noi sia stato vaccinato, pur svolgendo incarichi di controllo durante la pandemia, ha portato ad un risultato allarmante, sotto gli occhi di tutti, oggi, ma prevedibile ed evitabile. Solo il prefetto ci è stato vicino in questa battaglia, però rimasta inascoltata. Oggi (ieri, ndr) è stato effettuato il rientro in servizio, almeno per chi è risultato negativo. Mentre si attendono i tamponi per 2-3 agenti che erano in permesso o in ferie. Ma l’allarme non finisce qui”.

Intanto ieri a Fabrica di Roma tra i due positivi comunicati dalla Asl uno, come riporta il sindaco Scarnati, lavora in un settore specifico del Comune. “Per questo motivo – scrive il primo cittadino su Facebook – abbiamo dovuto chiudere l’ufficio anagrafe, protocollo e tributi e mettere tutti in quarantena”.

Related Posts